Faceva freddo e nevicava alle diciassette e trenta del giorno della befana del millenovecentocinquantanove. Il paese che mi diede i natali è Oriago, “grande” frazione di Mira che si trova nella terraferma veneziana.

Dopo un’infanzia su cui sorvolo per motivi di spazio e soprattutto di memoria, dopo un’adolescenza trascorsa nella più normale delle normalità di quegli anni, i famosi anni settanta, dopo gli studi obbligatori e non, mi sono trovato a diciannove anni (siamo nel settantotto) con un diploma di scuola media superiore (perito elettrotecnico), un’iscrizione all’università che non ho mai portato a termine e un lavoro di facchinaggio che non mi ha lasciato neanche il tempo di scegliere quale strada intraprendere per il mio futuro. Tre anni dopo (siamo nell’ottantuno) inizio una nuova fase lavorativa che per dieci anni mi porterà sempre in giro a costruire impianti telefonici elettronici nelle realtà economico-sociali del triveneto. Fase lavorativa che si concluderà nel novantuno per iniziare una nuova attività che consisteva nella gestione di una enoteca/cantina nella città di Mestre, forte anche del fatto che possiedo il diploma di Sommelier acquisito nel novantadue.
Ora, dopo trent’anni di bottega, sono felicemente in pensione.

La mia grande passione da sempre è la Musica e di recente anche la nuova tecnologia e il web. 
Musica, fotografia, testi e cultura in generale mi danno forza, emozione, ispirazione, compagnia, introspezione. Tutto quello che a me serve quasi in ogni istante.

Sono sposato dal novantuno e ho una figlia che si chiama Laura nata nel novantadue.